Cima del Pasubio, tra storia e curiosità

La cima del Pasubio è sicuramente un luogo ricco di fascino e di tanta storia.

Un monte che se potesse parlare racconterebbe tante vicende.

Alcune di queste sarebbero sicuramente molto tristi visto che stiamo parlando di uno dei più importanti campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale.

Il monte Pasubio si trova nelle Prealpi Vicentine e tocca le due regione italiane del nord Veneto e Trentino Alto Adige.

Oltre ai suoi meravigliosi panorami, bisogna ammettere che vi sono molte altre cose da dire e raccontare su questo luogo e questo articolo risponderà a molte delle tue domande sull’argomento.

Mettiti comodo perchè stiamo per cominciare un viaggio virtuale proprio sulla Cima del Pasubio.

Cima del Pasubio: tutto quello che c’è da sapere

Il Monte Pasubio, come già accennato poco fa, è un massiccio montuoso delle Prealpi Vicentine.

È un massiccio carbonatico ed in piccola parte anche calcareo che, potremmo dire, fa da perfetta congiunzione tra le Piccole Dolomiti e l’Altopiano di Folgaria.

Un monte dall’intensa storia proprio grazie alla sua posizione strategica ed alla sua morfologia molto particolare.

Un luogo tutto da scoprire in cui potresti davvero organizzare qualche escursione per godere di tutta la sua bellezza naturale ed atmosfera.

La morfologia della Cima del Pasubio

La prima cosa che si va ad analizzare di un monte è proprio la morfologia.

Il Monte Pasubio ha pendici molto scoscese e delle salite non indifferenti.

Una cosa importante da far notare, poi, è la grande presenza di crateri in molti punti lungo il terreno che stanno lì a ricordare come la Prima Guerra Mondiale sia stata vera e, purtroppo, assai dura.

La vetta del Pasubio è quella più alta in quanto misura ben 2.239 metri.

Come già accennato le sue pareti sono piuttosto ripide e proprio per questo motivo non bisogna assolutamente partire alla sua scoperta in modo impreparato ed azzardato.

La Zona Sacra della Cima del Pasubio

Tra le diverse zone e luoghi del posto non possiamo non approfondire la Zona Sacra.

Questa zona va dal Cogolo Alto al Dente Italiano al Dente Austriaco ed è una zona definita sacra proprio per i tanti combattimenti che l’ha vista protagonista e per il tanto sangue che ha visto scorrere sulla sua superficie durante la Prima Guerra Mondiale.

È davvero bello e suggestivo passeggiare lungo i sentieri di questa zona e quindi ti consigliamo vivamente di organizzare un qualche itinerario.

La Strada delle 52 gallerie sulla Cima del Pasubio

Altro luogo di forte interesse su questo monte è sicuramente la Strada della 52 gallerie che, come potrai già ben intuire dal suo nome, è caratterizzata da un alto numero di gallerie lungo il suo percorso.

Questa strada la si può considerare a tutti gli effetti una costruzione bellica risalente alla guerra del 1914-1918.

Una vera mulattiera militare italiana lunga ben 6550 metri.

Di questi metri, poi, ben 2.280 sono proprio di galleria.

Ma cosa collega questa strada?

In pratica collega la Bocchetta Campiglia, che si trova a 1.219 metri sopra il livello del male, alle porte del Pasubio, ovvero a quota 1.934.

Una volta finita la strada potrai trovare il rifugio Achille Papa molto famoso e tra i più apprezzati della zona.

Cosa fare sulla Cima del Pasubio?

Le cose da poter fare ed organizzare in questo magnifico luogo sono davvero molte.

Escursioni in mountain bike, passeggiate, vere sessioni di trekking, escursioni a cavallo.

Una zona davvero spettacolare che offre panorami mozzafiato ed allo stesso tempo ti permette di ripercorrere un pezzo di storia che ha segnato radicalmente il passato di molti paesi in tutto il mondo.

Il nostro consiglio, però, è sempre quello di partire ben preparati e di valutare anche i diversi itinerari già organizzati in quanto potrai avere la sicurezza di poter visitare i diversi luoghi di maggiore interesse storico ed in totale sicurezza.