Imparare a studiare: consigli utili per prendere un buon voto

Imparare a studiare: consigli utili per prendere un buon voto

Riuscire a superare un esame o un’interrogazione non è mai facile e non esiste una regola magica per riuscirci sempre. Se stai cercando una soluzione per imparare a studiare ecco quali sono 5 consigli utili da seguire mentre ti prepari al prossimo compito.

5 consigli per imparare a studiare

1-Organizzare lo studio

Il primo elemento su cui fare affidamento per imparare a studiare è quello di ottimizzare la pianificazione. Hai tanti libri e una mole di appunti tale che non sai da dove cominciare? Invece di buttarti a capofitto dividi il materiale, selezionalo e distribuiscine lo studio nel corso del tempo. Dotati di accessori per lo studio con i quali sottolineare, evidenziare e valutare tutto il materiale e togli tutto il superfluo. L’organizzazione per lo studio passa sia dalla sistemazione del materiale didattico che dalla gestione del tempo. Ogni studente ha i suoi ritmi e caratteristiche e stare ore e ore a intestardirsi su appunti, slide e libri non sempre è la soluzione migliore. Fai un piano d’azione settimanale dedicando ogni giorno un po’ di tempo per imparare, ma anche ripassare ciò che hai già studiato.

2-L’obiettivo da raggiungere

Perché stai studiando? Per cosa ti stai preparando? Che si tratti di un compito, di un esame o un’interrogazione bisogna imparare a studiare per quell’argomento. Questo significa che ci sono dei limiti che è fondamentale conoscere per non studiare più del necessario e correre il rischio di perdersi. È poi molto utile usare un po’ di furbizia e capire, anche alla luce di precedenti interrogazioni e compiti, quali sono le cose che il professore valuta meglio; una buona strategia è quella di partire da queste e intorno costruire tutto il resto del discorso. Non bisogna diventare massimi esperti della materia, ma dimostrare di conoscerla in modo da ottenere il massimo dei voti.

3-Trovare il metodo di studio

Non tutti apprendono allo stesso modo; c’è chi deve fare schemi, chi ripetere a voce alta, chi leggere continuamente lo stesso testo e chi, ancora, segue un particolare metodo di studio. L’importante è averne uno e seguirlo sulla base delle proprie necessità, sia di apprendimento che di tranquillità. Se ripetere tutti i giorni lo stesso argomento ti rende più sicuro, fallo; anche la serenità è fondamentale per ottenere un buon voto. L’importante è avere una strategia d’azione e non ritrovarsi sommersi dalla mole di appunti e capitoli che bisogna studiare.

4-Costanza e ripetizione

Qualunque sia il proprio metodo di studio è fondamentale non demordere e mantenere una certa costanza. Anche le materie più difficili, con il tempo e l’impegno, possono essere rese familiari e facili da apprendere. Spesso non si ha molto tempo a disposizione e anche per questo è fondamentale avere una strategia. Soprattutto è importantissimo mantenere alta la determinazione e non lasciarsi scoraggiare dai risultati che sembrano non arrivare e dallo studio che non procede come vorremmo; è normale che questo accada e si possono sfruttare queste debolezze per intensificare lo studio sugli argomenti che non si padroneggiano al meglio.

5-Non solo libri

L’ultimo consiglio utile per imparare a studiare è quello di non limitarsi all’utilizzo dei soli libri di testo assegnati o indicati. Di questi non si può fare certo a meno, ma spesso ci sono altri testi che spiegano meglio lo stesso argomento oppure si possono trovare riassunti e appunti che permettono di supportare lo studio del libro di testo. L’aiuto tra studenti o le varie risorse disponibili online possono essere preziosissime per riuscire a raggiungere l’obiettivo. Anche se può spaventare aggiungere il numero di libri o appunti da studiare, a volte questo meccanismo può essere utile per chiarire meglio l’argomento e renderlo più comprensibile. Non tutti i testi sono scritti uguali e in maniera chiara; trovare degli aiuti alternativi non solo non è sbagliato, ma può rivelarsi come un’efficace soluzione.