Quali sono le migliori directory italiane?

Quali sono le migliori directory italiane

Grazie alle migliori directory italiane (vedi quali sono https://www.spider-link.it/le-migliori-directory-italiane-come-riconoscere-le-directory-di-qualita/) è possibile ottenere maggiore traffico per accrescere le vendite e la visibilità sul web. Come noto, infatti, la link building rappresenta una delle strategie più importanti per scalare le posizioni su Google. Ecco perché potrebbe essere molto utile inserire il proprio sito in una directory di qualità. Vediamo tutto quello che bisogna sapere sull’argomento.

Directory per aziende italiane

Una directory italiana non è altro che un portale che raccoglie collegamenti verso vari siti. Con il passare del tempo molte di queste directory sono rimaste ancorate alle strategie di link building obsolete e per questo cadute nel dimenticatoio. Oggi molti si chiedono se sia ancora utile investire nelle migliori directory italiane per ottenere link pertinenti con il proprio sito. La risposta è affermativa, a patto che si tratti di directory locali di qualità.

Oggi, infatti, esistono tante directory per aziende italiane ma che non sono tutte uguali. Alcune vengono gestite con un certo rigore ma altre non sono in grado di offrire un valore elevato ai siti. Non mancano inoltre directory che addirittura possono danneggiare il posizionamento del sito. Questo spiega perché in fase di scelta della directory italiana bisogna essere molto attenti, scartando quelle che hanno uno scarso valore.

Come si riconoscono le directory locali di qualità? Per prima cosa la directory dovrà essere attinente con il proprio tema e con vari collegamenti a siti autorevoli. Infatti, i collegamenti sono di bassa qualità rappresentano un indizio da non trascurare.

Occorre anche precisare che prima dell’approvazione per l’inserimento di un collegamento possono passare anche 3 settimane. Quando lo staff si prende tempo per esaminare l’inserimento dei collegamenti, allora siamo di fronte ad una directory di nicchia, il cui accesso non è ammesso a tutti indistintamente, ma viene accuratamente selezionato. Questo fornisce una conferma sui vantaggi che si possono ottenere dall’iscrizione al portale.

Migliori directory italiane: come rincoscerle?

In genere quando una directory italiana è di qualità non accetta qualsiasi tipo di collegamento, ma solo quelli che rispettano determinati parametri. Solitamente vengono rifiutati quei collegamenti che non sono in linea con il tema del portale.

Le directory per aziende italiane che operano con serietà e professionalità richiedono anche l’iscrizione al portale, questo per evitare che chiunque possa inserire collegamenti senza un controllo.

Molto importanti sono anche le directory locali, specialmente per coloro che voglio conquistare una fetta di mercato circoscritta dal punto di vista geografico. In questo caso il portale si limita ad accogliere collegamenti che si riferiscono ad un preciso territorio.

Bisogna invece evitare tutte quelle directory abbandonate, che non vengono gestite da uno staff attento e in cui è possibile inserire qualsiasi tipo di collegamento. Questi portali nei fatti sono poco utili e possono anche compromettere il posizionamento del sito, perché è alto il rischio di subire penalizzazioni da parte dei motori di ricerca.

Come inserire un link in maniera efficace?

Identificata la migliore directory bisogna inserire il link cercando di essere quanto più possibile originali. A questo riguardo sarà necessario fornire una presentazione quanto più possibile curata e dettagliata, evitando di copiare da altre fonti. Durante l’inserimento del link è anche importante scegliere una categoria pertinente, avendo cura di rispettare le regole dei gestori per evitare di restare esclusi. Le migliori directory non accettano siti spam.

Bisogna sempre verificare che sia presente una categoria a tema con il proprio portale, perché in caso contrario i benefici che si possono ottenere nel breve e lungo periodo resteranno piuttosto limitati. Da segnalare, infine, che tutte le pratiche artificiali per migliorare il proprio ranking sono oggetto di pesanti penalizzazioni da parte dei motori di ricerca, per cui non conviene affatto rischiare.